Home - Arredo Bagno - Come arredare un bagno - Dogma, novità per il bagno minimal e industrial

Dogma, novità per il bagno minimal e industrial

nuovi bagni moderni

Collezione Dogma by Aqua

Il bagno viene oggi concepito come un ambiente da vivere pienamente, capace di adattarsi ed evolversi per rispondere alle esigenze di chi lo abita. Una sorta di rifugio, nel quale rigenerare corpo e mente e da valorizzare con uno stile elegante e raffinato oltre che con una funzionalità priva di sbavature. In quest’ottica nasce la nuova collezione Dogma, firmata Aqua, che si identifica già dal nome. Dogma come punto di partenza, base immutabile intorno alla quale costruire nuove teorie, idee e geometrie; Dogma come assioma fondamentale attorno intorno al quale creare la stanza; Dogma come cuore di un ambiente perfettibile che si adatta e si evolve secondo le esigenze di chi lo abita. 

Tra il minimal e lo stile industriale

La nuova linea, dal carattere minimale e industriale, si connota per l’alternanza di pieni e vuoti e per l’uso non convenzionale delle geometrie. Per la prima volta Ideagroup inserisce l’alluminio in una collezione di arredo bagno e lo utilizza quale struttura di appoggio (in diverse misure) per le basi del mobile. Disponibile nella versione bianca o color carbone, questa soluzione risulta perfetta per i più svariati contesti, da quello che riflette il mood industriale, adesso tanto in voga, a quello che esprime la leggerezza del design nordico. In tutti i casi, Dogma offre anche diverse possibilità di personalizzazione per l'ambiente bagno.

bagno dogma ideagroup
arredo bagno dogma marmo

Materiali per un bagno di lusso

Non solo alluminio: un’altra novità introdotta da Ideagroup con la collezione di arredo bagno Dogma by Aqua è l’utilizzo del marmo, scelto nelle sue tipologie Grafite e Carrara. L’azienda fa quindi il suo ingresso ufficiale nella fascia di mercato più alta, caratterizzata dall’impiego di materiali di lusso e da un’estetica pregiata. Per la collezione Dogma è stato usato anche il legno di Abete sbiancato o naturale, che più precisamente figura fra le diverse opzioni per i piani. Si crea così un dialogo stilistico che permette di ridisegnare e ridefinire la stanza da bagno con ispirazioni capaci di evolvere insieme a chi le vive in prima persona.

mobili bagno dogma

Composizioni modulari per personalizzare l'ambiente bagno

La linea Dogma si articola in 13 diverse composizioni che riflettono fedelmente i mutamenti dell’abitare contemporaneo e l’esigenza di rendere il progetto di arredo una concreta espressione dell’incrocio fra gusti e stili di vita. La libertà strutturale è ampliata dalla disponibilità di 6 finiture in grés effetto marmo (4 lucidi e 2 opachi) e di due essenze legno di Rovere, cui si affiancano i 40 laccati Ideagroup in finitura opaca, soft touch o rovere a poro aperto. La collezione Dogma di Aqua è composta non solo da piani, basi e pensili ma anche dall’omonimo lavabo in Cristalplant, disponibile in diverse misure, che grazie alle sue forme geometriche inedite consente di ottenere un flusso armonico dell’acqua senza che l’estetica passi in secondo piano e anzi conservandole sempre un ruolo da protagonista. Il Cristalplant è un materiale altamente funzionale, duttile, ipoallergenico e resistente, e viene utilizzato anche per realizzare altri dettagli di Dogma fra cui piccole mensole.

La sala da bagno, ambiente dinamico

La collezione Dogma by Aqua consente di sfruttare tutti i vantaggi derivanti dalla modularità: basi sospese a giorno con o senza cassetti, basi lavabo (anche da appoggio), pensili a giorno, colonne sospese, elementi terminali, specchiere e strutture in alluminio vengono combinati fra loro nel segno della raffinatezza e di un’ampia libertà creativa. Variano gli abbinamenti, variano le dimensioni degli elementi ed è davvero facile arrivare a un risultato che risponda perfettamente alle singole esigenze e preferenze degli utenti. Dogma consente quindi di sviluppare una nuova filosofia progettuale in un ambiente che non è più statico, come una volta, bensì dinamico: il bagno, appunto. Il connubio fra estetica ed ergonomia passa anche attraverso l’utilizzo di materiali nobili e di qualità, l’eleganza delle finiture, l’applicazione del gres anche sui frontali, le giunzioni sartoriali, l’estrema semplicità e cura dei particolari. Diversi spessori e diverse profondità, inoltre, identificano la voglia di osare e di sperimentare. Attraverso equilibri e contrasti si arriva a una compiuta armonia dell’insieme, si crea uno spazio dinamico, fortemente caratterizzante e decisamente contemporaneo.